Pittore, anche le linee

che non appaiono in quadro

appartengono alla tua arte.

Anche i molti fiori che cadono

in terra senza odore

preparano la festa della primavera

Rabindranath Tagore

Tiziana Lerda nasce a Cuneo (Italia) il 19/09/1975.

Residente a Caraglio, compie gli studi artistici presso il Liceo Artistico Statale “ Ego Bianchi” di Cuneo, diplomandosi nell’anno 1993 con una votazione finale di 60/60. Svolto nella medesima struttura l’anno integrativo per il conseguimento della maturità quinquennale, nel 1994 si trasferisce a Bologna per frequentare la Scuola di disegno anatomo-chirurgico nel locale Istituto Ortopedico Rizzoli.

Il rigore scientifico, lo studio della morfologia di ogni soggetto e l’amore per il particolare maturati in quegli anni saranno fondamentali per la futura professione di disegnatrice, intrapresa alla conclusione del corso di studi, avvenuta nel dicembre del 1998, riportando una valutazione finale di 50/50 e lode. Malgrado le lunghe ore di tirocinio in esse svolte, tuttavia, le sale operatorie bolognesi non saranno il luogo di lavoro privilegiato dell’aspirante professionista: troppo forte e vivo è l’amore per il magico mondo della natura, fatto di segreti e dettagli.

Il giardino naturale della casa dell’infanzia, le lunghe passeggiate sulle colline caragliesi, accompagnate da scatti fotografici, diventeranno uno stimolo per intraprendere il cammino di disegnatore naturalistico. Un cammino lungo, tortuoso, fatto di continue scoperte e di grande pazienza.

Ma le prime conferme sul talento dell’artista arriveranno dalla Mostra Internazionale degli Illustratori di Bologna: ella verrà, infatti, selezionata nell’ambito della sezione NON-FICTION per due anni consecutivi (2001 e 2002), presentando tavole di carattere naturalistico. Inizieranno, quindi, le prime collaborazioni con riviste e case editrici.

Negli anni 2000 e 2001 realizzerà disegni di paesaggi e di prodotti naturali per la rivista “SALUTE NATURALE” (EDIZIONE RIZA S.r.l) di Raffaele Morelli e riceverà il primo premio per il concorso fotografico “Paesaggi violati”, indetto dalla Regione Piemonte.

Nel 2002/2003 collaborerà con la rivista “Piemonte Parchi”, mensile di informazione e divulgazione naturalistica della Regione Piemonte, con tavole sulla fauna piemontese.

L’anno successivo lavorerà con la Parramòn Ediciones di Barcellona per l’illustrazione del libro “ANIMALES EN FAMILIA: LOBOS”, opera che verrà poi distribuita non solo in Spagna, ma anche in Portogallo ed in Francia. La collaborazione con la casa editrice spagnola proseguirà nel 2004, per la realizzazione del volume “ANIMALES EN FAMILIA: GORILLAS”.

Nel 2007/2008 deciderà di realizzare il suo sogno nel cassetto: curare interamente l’allestimento grafico di un libro per ragazzi, illustrando il testo originale di Marilena Bianco, tradotto anche in lingua francese, inglese e spagnola, dal titolo “Calipso, piccola puzzola”.

L'anno successivo verrà nominata socia ordinaria  A.I.P.A.N. (associazione Italiana per l'Arte naturalistica). Parteciperà attivamente alle iniziative sociali e culturali della prestigiosa Associazione, collaborando con enti regionali, parchi e musei di zoologia al fine di divulgare, senza fini di lucro,  conoscenze biologiche e tecniche della pittura naturalistica.

Nel 2010 verranno pubblicate nuovamente dalla Parramòn Ediciones due opere per ragazzi: «Un gorila de ÁFRICA» e «Lobos de fabula, collezione  ÉRASE OTRA VEZ…»

Sempre nello stesso anno, lavorerà con la rivista  Focus Storia Gruner+Jahr /Mondadori S.p.a., per la realizzazione tavole zoologiche.